UP

PHOTO (Campagne di Grottaglie – Novembre 2013 – Minolta 7000)

Photo17_8A

Chiuso un progetto lavorativo che andava avanti da un po. Il mio carico si sta assottigliando piano piano ed era anche ora. E si concretizzano progetti brevi e interessanti soprattutto per la meta. Martedi prossimo si ritorna a Torino! Sono contento. Rivedo posti che mi hanno fatto stare bene, rivedo persone che mi sono piaciute e di cui non ho avuto la possibilita’ di approfondire la conoscenza. Ritorno ad un posto che per un poco mi ha ospitato e che mi ha tirato fuori da una situazione che ormai iniziavo a vedere come una condanna.

Considerando che questa trasferta coincide con questo periodo fantastico in cui ho riscoperto l’autenticita’ del mio hobby, non vedo l’ora di fare qualche ricerca su qualche negozio di fotografia low-fi. Di portarmi la Minolta nelle serate fredde e tirarla fuori per catturare qualche immagine leggermente familiare ma sicuramente preziosa. Perche’ rinvigorita dopo le ultime settimane, per una passione riscoperta e che e’ assolutamente proiettata in alto e in avanti.

Advertisements

Una Domenica fruttuosa

PHOTO (Nuovo acquisto domenicale – Casa – Dicembre 2013):

IMG_0346

Eccola nel suo splendore. Questa mattina mi sono recato al mercatino di Taranto come avevo anticipato qualche post piu in basso. Sono riuscito a strapparla per un prezzo che al momento sembrava elevato, poi tornando a casa e controllando i prezzi di vendita medi direi piu che adeguato (35 euro compreso di Helios 44m 2.0,  case per il trasporto generico, custodia imbottita, flash + tracolla per batterie [!!],  due cavetti per scatto a distanza, borsa da trasporto e appunti sui tempi di scatto del proprietario originale!).  Ovviamente e’ arrivato dopo una trattativa che per me sono sempre estremamente dolorose…. lo ammetto sono totalmente incapace e a volte vorrei che chi sta con me trattasse al mio posto. Ma negli anni ho osservato il comportamento di chi so essere piu bravo (e faccia di merda) di me e ho copiato pari pari. Ho sparato molto al di sotto di quello che volevo spendere tanto per iniziare, per settare il mio punto di partenza, ho finto disinteresse, me ne sono andato con la mia offerta “d’incontro” sul tavolo e con la paura nel cuore di tornare dopo un’ora per non trovarla piu… Sul finire del mercato ho piazzato la mia nuova ultima offerta (aumentata di 5 euro). Il venditore ha detto che non se ne parlava; al che’, con un dispiacere negli occhi che forse se mi conosceva un po meglio sarebbe stato capace di leggere, ho gentilmente detto “Credo che abbiamo perso entrambi un occasione, buona domenica!”. Volevo piangere. Temporeggio, cammino lentamente verso l’uscita e prima di girare l’angolo sento…”Bello!! Bello!! Vieni, vieni….”. ALE’!! Era andata…

La verita’ e’ che se non mi avesse richiamato le possibilita’ erano due: passare la domenica a stare male per essermela fatta scappare per una questione di (pochi) soldi e di principio, o tornare con la coda tra le gambe a dargli quanto chiedeva.. Quindi buono cosi!

Pare non abbia piu di qualche mese di vita ma in realta di anni potrebbe averne tra i 31 ed i 46. Direi quindi che se li porta b-e-n-i-s-s-i-m-o, se non altro esteticamente. Dopo averci giocato un po oggi pomeriggio ho notato che ad 1/30 la tendina si blocca a meta’ , ma credo debba essere oliata per bene.. Infatti la messa a fuoco dell’obiettivo soffre dello stesso problema. Ma dell’obiettivo vogliamo parlarne?? Preciso, nitido, perfettamente funzionante (sia apertura che messa a fuoco). Funziona con attacco a vite sia sull’altra mia Zenit 122 sia con l’adattatore sulla Canon digitale. E infatti l’ho potuto subito provare e vedere i risultati e devo dire di essere rimasto piu che positivamente impressionato.

A proposito della 122… Pur cambiando le batterie ho notato che i led si accendono una volta si e 25 no… Non vorrei essere costretto ad aprirla ma forse mi dovro’ cimentare in lavori di precisione questa settimana.

Ah fra l’altro sara’ una settimana particolare questa che Davide, di ritorno dal Brasile, passera’ qualche giorno di buffer qua a Grottaglie con me prima di rientrare nella vita regolare a Napoli

Ah e nella foto dietro la macchina c’e’ un bicchiere di jack e aranciata. I puristi diranno che ho commesso un sacrilegio. Io dico che mi piace.

ps. dopo una breve ricerca sul web ho notato che e’ un problema comune quello dello tendina, effettivamente basta oliarla

Improvement

PHOTO (Napoli – Dicembre 2013 – Lomo LC-A):

Image

Si, improvements. Si parla gia’ di improvements.

E’ arrivato il weekend ed ho finalmente la possibilita’ di rubare più di qualche scatto serale frettoloso alla mia giornata. Ho deciso che il punto focale del weekend, da un punto di vista fotografico, sara’ il mercatino a Taranto domenica mattina per il quale ancora non ho deciso su cosa puntare. Sono indeciso se portarmi appresso la Minolta che proprio leggera e discreta non e’, ma mi attira l’idea di provare il rullino Ilford 400 bianco e nero. La LC-A sicuramente accoglierà’ il Kodak 200 (anche se essendo quello bianco e nero ASA 400 non rischio esposizioni lunghe con la LOMO, ma non complichiamo troppo le cose…) ma e’ scontato portarmela appresso dato che entra con comodita’ nella tasca della giacca. L’unico dubbio da sciogliere e’ se voglio camminare comodo, leggero e senza pensieri, oppure se voglio sperimentare ma portandomi appresso la zavorra.

Forse proprio mentre scrivo queste righe ho sciolto il dubbio. Niente tracolla, ma zainetto. mani libere e niente intoppi dondolanti ai fianchi che camminare in mezzo la folla a quella maniera e’ veramente poco comodo.

Ecco…questo post e’ stato piu utile di quanto pensavo.

Ah ma dimenticavo l’improvement! …..Taccuino!! Ho notato che la cosa che piu mi e’ mancata mentre riguardavo le foto del viaggio in Russia e’ sapere che settaggi avevo scelto (esposizione e apertura), cosa che chiaramente non ti e’ data sapere a posteriori quando scatti con pellicola. Credo che se avessi la possibilita’ di tornare indietro e sapere quello che ho fatto mi aiuterebbe tantissimo a imparare a conoscere la macchina e accumulare esperienza con la pellicola.

Beh per il momento tutto qua… Domani mattina sveglia presto (verso le 9),  via completamente la barba dopo questo favoloso Movember, LC-A in tasca (e rullino in piu) e via a fare colazione nel centro storico per approfittare di queste meravigliose giornate. Il tempo e’ stato bello negli ultimi giorni ma io non l’ho proprio vissuto a causa del lavoro.

TGIF! 🙂

Natale in anticipo

PHOTO (San Pietroburgo – Novembre 2013 – Minolta 7000 – Pellicola):
Photo05_32

Posso dirlo? Lo dico: Ho trovato nuova linfa!

Stasera e’ stato un po un Natale in anticipo per me. Sono uscito da lavoro come quando mi svegliavo la mattina di Natale da piccolo, che solo in quel momento si aprivano i regali. Ritirato le foto, fatta spesa (il frigo era acceso inutilmente fino ad oggi), tornato a casa ed il risultato e’ che sono le undici e mezza e sto ancora con i vestiti di stamattina.

Le guardo, le riguardo e mi piacciono. Tantissimo. E di solito sono il peggior critico di me stesso…ma sono contento di poter dire che ho ritrovato qualcosa che mi affascina di nuovo. Ripartire dall’analogico mi ha dato la svolta che da tanto, troppo tempo aspettavo. Era da un po che accarezzavo l’idea di acquistare una nuova macchina fotografica, pensando che era li che forse avrei trovato gli spunti giusti ma mi sbagliavo di grosso: “Ma si… magari mi prendo una 70D”… Mi sarei ritrovato con ogni probabilita’ dopo un mese al punto di partenza. E con una discreta quantita’ di denaro in meno!

E’ invece con estremo orgoglio che annuncio che la mia 70D si chiama Minolta 7000. Ed e’ nata nel 1985. Ci siamo conosciuti un paio di anni fa, ma stiamo uscendo insieme giusto da un paio di settimane. E sto molto bene.

Buon Natale!